LegalSL.com

Mio figlio stato portato all'estero, cosa devo fare?

Guida per i genitori che denunciano un caso di sottrazione internazionale di minorenni.

Mio figlio  stato portato all'estero, cosa devo fare?

 

 

 

 

 

 

 

 

Se tuo figlio è stato condotto all'estero dall'altro genitore o da un'altra persona, senza la tua autorizzazione, siamo in presenza di un caso di sottrazione internazionale di minore. Ai sensi dell'art. 574 bis del codice penale, "salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque sottrae un minore al genitore esercente la responsabilità genitoriale o al tutore, conducendolo o trattenendolo all’estero contro la volontà del medesimo genitore o tutore, impedendo in tutto o in parte allo stesso l’esercizio della responsabilità genitoriale, è punito con la reclusione da uno a quattro anni. Se il fatto è commesso nei confronti di un minore che abbia compiuto gli anni quattordici e con il suo consenso, si applica la pena della reclusione da sei mesi a tre anni. Se i fatti sono commessi da un genitore in danno del figlio minore, la condanna comporta la sospensione dall’esercizio della potestà dei genitori".

Tuttavia, nonostante la sottrazione internazionale è considerata come un reato dal codice penale italiano, le autorità di polizia italiane non hanno alcun potere nei Paesi dove è stato condotto o trattenuto il minore. Pertanto, per chiedere il rimpatrio del minore è necessario attivare gli strumenti di diritto internazionale previsti in materia.

Il più idoneo è senza dubbio la Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori. Tale convenzione obbliga gli Stati contraenti, qualora ricorrano i presupposti, ad ordinare il rimpatrio del minore nel Paese dove il bambino aveva la residenza abituale al momento della sottrazione.

Sono più di ottanta i Paesi che hanno firmato o aderito alla Convenzione dell'Aja (tra cui gli Stati Uniti d'America, il Canada, il Brasile, la Colombia, l'Argentina, il Perù, il Venezuela, il Giappone, etc), ma ciascuno di tali Paesi prevede una procedura diversa per l'applicazione della Convenzione. Così ad esempio, se in Brasile l'azione nei confronti del genitore sottraente è esercitata dalla Procura generale dello Stato, negli Stati Uniti d'America spetta al genitore che denuncia la sottrazione, chiedere l'azione legale nei confronti del genitore sottraente (sul punto, consulta l'elenco dei Paesi in fondo all'articolo). Inoltre, anche i tempi necessari per la definizione dei processi può variare a seconda del Paese in cui si trova il minore. 

In tutti i casi, le nostre Ambasciate e Consolati non possono fare granchè; non possono rappresentare in giudizio nè il genitore sottraente, nè colui che denuncia la sottrazione.

Pertanto, qualora tuo figlio è stato sottratto o trattenuto all'estero dall'altro genitore, è necessario intervenire senza esitazioni per chiedere il rispetto delle convenzioni internazionali e, quindi, il rimpatrio del minore sottratto o trattenuto illecitamente all'estero. Se non riesci a localizzare tuo figlio perchè l'altro genitore ha fatto perdere le sue tracce o nega qualsiasi contatto, il diritto internazionale prevede idonei strumenti anche per la localizzazione del minore e la tutela del diritto di visita.

Se ritieni che tuo figlio è stato sottratto oppure è trattenuto all'estero contro la tua volontà, non esitare a contattarci.

Sull'argomento vedi anche:

Avvocati esperti in Sottrazione internazionale di minori e trattenimento all'estero

La sottrazione internazionale di minori nei Paesi dell'Unione Europea

La sottrazione internazionale di minori in Spagna

La sottrazione internazionale di minorenni in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord

La sottrazione internazionale dei minori in Germania

La sottrazione internazionale dei minori in Ucraina

La sottrazione internazionale dei minori negli Stati Uniti d'America

La sottrazione internazionale dei minori in Canada

La sottrazione internazionale di minorenni in Brasile

La potestà genitoriale, il diritto di visita e la sottrazione internazionale di minori in Argentina

La sottrazione internazionale di minori in Perù

La sottrazione internazionale dei minori in Corea del Sud

La sottrazione internazionale dei minori in Giappone

Convenzione dell'Aja del 1980

Figli contesi tra genitori di nazionalità diversa

Il Testo della Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

I Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Pubblicato il 10 Marzo 2014

Condividi