LegalSL.com

La sottrazione internazionale di minorenni in Brasile

Cosa fare nei casi di sottrazione internazionale di minori in Brasile

La sottrazione internazionale di minorenni in Brasile

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Brasile fa parte della Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori. L'autorità centrale per tale convenzione è stata individuata nella Secretaria de Estado dos Direitos Humanos, istituita all'interno del Ministero della Giustizia del Paese sudamericano.

L'autorità centrale, però, ha funzioni soltanto amministrative ed informative; infatti, sono i tribunali brasiliani a decidere sui casi di sottrazione da parte di uno dei genitori, oppure sul ripristino del diritto di visita. In ogni caso, l'autorità centrale può disporre della collaborazione della Polizia federale brasiliana per la localizzazione dei minori condotti o trattenuti in Brasile contro il volere dell'altro genitore o in violazione di una decisione giudiziaria straniera.

Per quanto riguarda la legislazione nazionale vigente in materia, la Costituzione brasiliana e la legge n. 8069 del 1990 (il cd. Statuto dei fanciulli e degli adolescenti) rappresentano le principali fonti normative per la tutela dei minori; tuttavia, a definire il campo della sottrazione di minori è il codice penale brasiliano, ai sensi del quale qualsiasi persona che sottrae un minore dal controllo dei suoi genitori o da qualsiasi altra persona a cui spetta la custodia, è punito con la reclusione da 2 mesi a due anni. Allo stesso modo è punito il genitore che sottrae il minore all'altro genitore, cui è stata affidata giudizialmente la custodia del bambino.

Per quanto riguarda, invece, il diritto di visita in Brasile, il codice civile brasiliano stabilisce che i minori sono soggetti alla potestà genitoriale di entrambi i genitori, i quali la esercitano ad uguali condizioni. Nella maggior parte dei casi, un accordo sulla custodia è sancito al momento della separazione dei genitori, ma quando non vi è accordo, oppure l'accordo non è rispettato, i genitori possono adire l'autorità giudiziaria, la quale si pronuncerà sul caso cercando di tutelare l'interesse principale del minore. Il giudice dovrà decidere anche le modalità dell'esercizio del diritto di visita al minore da parte del genitore non affidatario.

Se suo figlio è stato condotto, oppure è trattenuto in Brasile contro la sua volontà, non esiti a contattarci.

Per maggiori informazioni sulla sottrazione internazionale vedi anche:

Avvocati esperti in Sottrazione internazionale di minori e trattenimento all'estero

Mio figlio è stato portato all'estero, cosa devo fare?

La sottrazione internazionale di minori nei Paesi dell'Unione Europea

La sottrazione internazionale di minori in Spagna

La sottrazione internazionale di minorenni in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord

La sottrazione internazionale dei minori in Ucraina

La sottrazione internazionale dei minori negli Stati Uniti d'America

La potestà genitoriale, il diritto di visita e la sottrazione internazionale di minori in Argentina

La sottrazione internazionale di minori in Perù

La sottrazione internazionale dei minori in Corea del Sud

La sottrazione internazionale dei minori in Giappone

La sottrazione internazionale dei minori in Australia

Pubblicato il 23 Maggio 2013

Condividi