LegalSL.com

Sottrazione internazionale dei minori in Ucraina.

Cosa fare se un minore stato portato o trattenuto in Ucraina senza l'autorizzazione del genitore.

Sottrazione internazionale dei minori in Ucraina.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel caso in cui un minore sia stato condotto o è trattenuto in Ucraina da parte di un genitore, senza l'autorizzazione dell'altro genitore, per ottenere il rimpatrio in Italia è opportuno richiedere l'applicazione della tutela prevista dalla Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori. Sia l'Italia che l'Ucraina sono membri di tale Convenzione, pertanto un cittadino italiano potrà richiedere il rimpatrio del proprio figlio ai sensi della Convenzione dell'Aja, salvo che siano soddisfatte tutte le condizioni previste dalla stessa Convenzione.

La domanda, che potrà essere fatta direttamente in Italia, darà luogo, innanzitutto, ad un'attività di localizzazione del minore sul territorio ucraino da parte delle autorità locali. Una volta che viene localizzato il bambino, le autorità ucraine notificheranno al genitore che si trova con il bambino, la richiesta di rimpatrio avanzata dall'altro genitore e tenteranno di giungere ad un rimpatrio volontario. Nel caso in cui il genitore si opponga al rimpatrio, si instaura un giudizio innanzi al tribunale ucraino territorialmente competente.

In tale giudizio, di norma, dovrebbero essere prese in considerazione soltanto le circostanze della sottrazione e l'esistenza o meno delle eccezioni all'applicazione della Convenzione. Ricordiamo, ad esempio, che la Convenzione dell'Aja non si applica se la richiesta è avanzata quando è trascorso più di un anno dalla sottrazione (salvo eccezioni), oppure quando il rimpatrio del minore in Italia possa rappresentare una fonte di pericolo per il minore.

Infine, alla Convenzione dell'Aja non si ricorre soltanto per i casi di sottrazione, ma anche quando uno dei genitori nega qualsiasi contatto tra il figlio e l'altro genitore. Anche in questo caso, sarà possibile chiedere il ripristino del diritto di visita ai sensi della Convenzione dell'Aja.

La richiesta di rimpatrio o del ripristino del diritto di visita ai sensi della Convenzione dell'Aja, non pregiudicano la possibilità di ricorrere ai rimedi interni, sia di diritto civile che di diritto penale, previsti dal diritto italiano e dal diritto ucraino.

Per maggiori informazioni sulla sottrazione internazionale di minori in Ucraina, contattaci.

Sull'argomento vedi anche:

Mio figlio è stato portato all'estero, cosa devo fare?

Sottrazione internazionale di minorenni. Cosa fare?

Avvocati esperti in Sottrazione internazionale di minori e trattenimento all'estero

La sottrazione internazionale di minori nei Paesi dell'Unione Europea

La sottrazione internazionale di minori in Spagna

La sottrazione internazionale di minorenni in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord

La sottrazione internazionale dei minori in Germania

La sottrazione internazionale dei minori negli Stati Uniti d'America

La sottrazione internazionale dei minori in Canada

La sottrazione internazionale di minorenni in Brasile

La potestà genitoriale, il diritto di visita e la sottrazione internazionale di minori in Argentina

La sottrazione internazionale di minori in Perù

La sottrazione internazionale dei minori in Corea del Sud

La sottrazione internazionale dei minori in Giappone

Convenzione dell'Aja del 1980

Figli contesi tra genitori di nazionalità diversa

Il Testo della Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

I Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Pubblicato il 02 Aprile 2014

Condividi