LegalSL.com

Figli contesi tra genitori di nazionalitÓ diversa

La sottrazione internazionale di minore e il trattenimento all'estero

Figli contesi tra genitori di nazionalitÓ diversa

 

 

 

 

 

 

 

 

Per minori contesi, si intendono quei casi in cui la potestà genitoriale su un figlio sia oggetto di disputa tra i due genitori. Assume rilevanza internazionale quando i genitori sono di nazionalità diversa e il minore viene condotto, da uno di essi, in un Paese diverso da quello in cui è nato o comunque dal Paese di residenza abituale, senza l’autorizzazione dell’altro genitore. Si parla in questi casi, di sottrazione internazionale di minore. Invece, si parla di trattenimento all’estero, quando, dopo un periodo di soggiorno in un Paese straniero, il minore non viene ricondotto nel Paese di nascita o di abituale residenza.

Per risolvere queste dispute, sono previsti appositi strumenti, anche coercitivi, sia a livello comunitario che internazionale.

Per i Paesi membri dell’Unione Europea da segnalare il Regolamento (CE) 2201/2003 relativo alla competenza, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale. A livello internazionale invece, vige la Convenzione dell’Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori.

E’ doveroso ricordare che le rappresentanze diplomatiche e gli uffici consolari, non possono rappresentare il connazionale in giudizio; inoltre, non possono fornire sostegno economico, né agire in violazione delle leggi nazionali o di norme di diritto internazionale.

Avv. Luca Santaniello

Nota: sull'argomento vedi anche:

Convenzione dell'Aja 25 ottobre 1980

Avvocato esperto in sottrazione internazionale di minori

Il Testo della Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

I Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Pubblicato il 03 Luglio 2012

Condividi