LegalSL.com

La sottrazione internazionale di minori nei Paesi dell'Unione Europea

Cosa fare quando il minore viene illecitamente trasferito in un Paese dell'Unione Europea.

La sottrazione internazionale di minori nei Paesi dell'Unione Europea

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando uno dei genitori trasferisce illecitamente il proprio figlio da un Paese dell'UE ad un altro Paese membro, senza l'autorizzazione dell'altro genitore oppure violando le decisioni emesse da un giudice del Paese di abituale residenza del minore, è possibile avviare un procedimento giudiziario per ottenere il rispetto dei diritti di affidamento o il ripristino del diritto di visita.

Ai sensi del Regolamento (CE) 2201/2003 relativo alla competenza, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale, la decisione definitiva sarà presa dai giudici del Paese membro in cui il minore ha vissuto insieme al genitore affidatario prima della sottrazione da parte dell'altro genitore. Pertanto è vietata la pratica di trasferire il minore all'estero, nella speranza di ottenere una decisione sull'affidamento diversa da quella pronunciata nel Paese di abituale residenza. Ai sensi della legislazione dell'Unione in materia, infatti, se si intende impugnare una decisione sull'affidamento, è necessario presentare ricorso allo stesso tribunale che l'ha emessa. Quindi, i giudici del Paese in cui il minore è stato illecitamente condotto sono, salve alcune eccezioni, obbligati ad ordinarne il ritorno presso il Paese in cui risiede il genitore affidatario.

Un esempio può essere utile: 

Mark e Claudia vivono in Italia da 10 anni. Hanno una figlia, Noemi, di 5 anni, nata in Italia. Nel 2011 un giudice italiano affida la bambina a Claudia. Il giorno dopo Mark, non contento della decisione del giudice italiano, si trasferisce con Noemi in Germania, dove chiede ad un tribunale tedesco l'affidamento della bambina. Il Tribunale tedesco non potrà disconoscere la decisione presa dal giudice italiano e dovrà quindi disporre il trasferimento di Noemi in Italia.

Avv. Luca Santaniello

Sull'argomento vedi anche:

Avvocati esperti in Sottrazione internazionale di minori e trattenimento all'estero

Il Testo della Convenzione dell'Aja sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

I Paesi aderenti alla Convenzione dell'Aja sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Per maggiori informazioni contattaci

Pubblicato il 09 Ottobre 2012

Condividi