LegalSL.com

Ricorso contro il diniego del visto d'ingresso

Il rischio migratorio.

Ricorso contro il diniego del visto d'ingresso

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono sempre più numerose le domande di visto (siano esse per affari, turismo o studio) che vengono rigettate dalle ambasciate e dai consolati italiani, a causa del cd. rischio migratorio. Ciò avviene perchè, secondo il parere dell'ufficio visti, il cittadino straniero non intende lasciare il territorio degli Stati membri prima della scadenza del visto.

Tuttavia, non si tratta di un processo all'intenzione. Infatti, l'ufficio visti è chiamato a valutare il rischio migratorio, soprattutto in quei Paesi in cui è alto il tasso di immigrazione clandestina verso l'estero. Ma la valutazione non può essere generica e l'ufficio visti non può negare il visto soltanto perchè nel Paese di origine o di residenza dello straniero il rischio migratorio è alto.  

L'ufficio visti dell'ambasciata o del consolato italiano, deve porre in essere un'attività istruttoria volta alla verifica, caso per caso, dell'esistenza o meno del suddetto rischio.

Il Manuale per il trattamento delle domande di visto e la modifica dei visti già rilasciati”, introdotto dalla Decisione della Commissione C (2010) 1620 del 19 marzo 2010, stabilisce quali siano i fattori che devono essere presi in considerazione dalle autorità consolari nella valutazione del rischio di immigrazione clandestina, vale a dire i vincoli familiari o altri legami personali nel Paese di residenza, i vincoli familiari o altri legami personali nel Paese membro, la situazione lavorativa (livello salariale, se lavoratore dipendente), la regolarità delle entrate, il possesso di proprietà immobiliari, il comportamento assunto in occasione di precedenti visti, etc.

Tuttavia, le ambasciate italiane non sempre seguono le istruzioni dettate a livello comunitario ed emettono dinieghi sulla base del rischio migratorio, anche quando è evidente che tale rischio non sussiste.

Per maggiori informazioni, contattaci

Sull'argomento vedi anche:

Come impugnare il diniego del visto di ingresso in Italia

Ricorso contro il diniego del visto d'ingresso per i familiari dei cittadini italiani

Ricorso contro il diniego del visto d'ingresso per motivi d'affari

Ricorso al TAR del Lazio contro il rifiuto del visto d'ingresso da parte delle Ambasciate e dei Consolati italiani

L'elenco dei Paesi i cui cittadini sono soggetti all'obbligo del visto per entrare in Italia

Il diritto di accesso al Sistema d'Informazione Schengen

Il TAR del Lazio annulla il diniego del visto d'ingresso per difetto di istruttoria

Annullato il diniego del visto d'ingresso per motivi di studio

Illegittimo il diniego del visto per residenza elettiva emesso dal Consolato Generale d'Italia a New York

Pubblicato il 08 Giugno 2015

Condividi