LegalSL.com

Ricorso al TAR del Lazio contro il Consolato Generale d'Italia a Lagos.

Il TAR del Lazio accoglie l'istanza cautelare ai fini del riesame promossa da un cittadino nigeriano contro il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Ricorso al TAR del Lazio contro il Consolato Generale d'Italia a Lagos.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il TAR del Lazio, Sezione III ter, ha accolto l'istanza cautelare ai fini del riesame, proposta da un cittadino nigeriano contro il provvedimento di diniego del visto d'ingresso emanato dal Consolato Generale d'Italia a Lagos.

Il ricorrente, assistito in giudizio dall'Avv. Luca Santaniello, ha impugnato il provvedimento di diniego per tre motivi:

1) il consolato non ha inviato un preavviso di rigetto che avrebbe consentito al ricorrente di depositare ulteriori documenti a sostegno della domanda di visto;

2) la motivazione indicata nel provvedimento ("le informazioni fornite per giustificare lo scopo e le condizioni del soggiorno previsto non sono attendibili") è insufficiente;

3) il visto d'ingresso è stato negato nonostante il ricorrente abbia dimostrato di possedere tutti i requisiti richiesti dalla normativa vigente in materia.

Se hai bisogno di più informazioni sul ricorso contro il diniego del visto d'ingresso, contattaci (clicca qui)

Sull'argomento vedi anche:

Il visto per residenza elettiva

Come impugnare il diniego del visto di ingresso in Italia

Il diniego del visto d'ingresso è nullo se non motivato

Ricorso contro il diniego del visto d'ingresso per i familiari dei cittadini italiani

Ricorso al TAR del Lazio: l'assistenza di un avvocato è obbligatoria

Accolto ricorso contro il Consolato Generale d'Italia a New York e il Ministero degli Affari Esteri

Il diritto di accesso al Sistema d'Informazione Schengen

Pubblicato il 04 Aprile 2017

Condividi