LegalSL.com

Principi di Finanza Islamica

Il Mudarabah: una parte fornisce il capitale, l'altra il lavoro

Principi di Finanza Islamica

 

 

 

 

 

 

 


Il Mudarabah è un contratto di diritto islamico, con cui viene creata una partnership tra due parti, in cui una di esse, il rabb-ul-mal, partecipa fornendo l’intero capitale necessario all’investimento; l’altra, invece, il mudarib, provvede alla gestione e alla realizzazione del progetto comune fornendo gli strumenti e le conoscenze specialistiche necessarie alla realizzazione dell’investimento. I profitti generati saranno divisi tra le parti secondo quanto stabilito nel contratto, mentre, invece, le perdite saranno a carico del rabb-ul-mal.

Il Mudarabah si differenzia dal Musharakah per i seguenti motivi:

- il capitale è fornito solo dal rabb-ul-mal, mentre nel Musharakah da tutti i soci.

- nel Musharakah, tutte le parti possono partecipare alla gestione dell’investimento, nel Mudarabah invece la gestione spetta esclusivamente al mudarib.

Anche le perdite trovano una distinta disciplina: nel Musharakah tutte le parti partecipano alle perdite in proporzione al capitale investito, mentre nel Mudarabah, data l’assenza di investimento monetario da parte del mudarib, questo non soffrirà alcuna perdita, se non il lavoro svolto.

Inoltre, il Mudarabah si distingue in chiuso o aperto, a seconda che il rabb-ul-mal vincoli il capitale investito ad uno specifico affare, oppure lasci al mudarib la più ampia autonomia nelle scelte di gestione e di investimento.

Il Mudarabah, che può essere stipulato anche tra più di due parti, nel senso che un rabb-ul-mal può fornire capitale a due distinti mudarib per la realizzazione di un unico progetto, rappresenta uno degli strumenti maggiormente utilizzati dai fondi di investimento arabi a favore di imprese occidentali.

Avv. Luca Santaniello

Nota: sull'argomento vedi anche Finanza Islamica e Musharakah

Pubblicato il 24 Luglio 2012

Condividi