LegalSL.com

Assistenza giudiziaria in materia penale tra Italia e Bolivia.

Consulenza in diritto penale internazionale.

Assistenza giudiziaria in materia penale tra Italia e Bolivia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ai sensi del Trattato tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica di Bolivia sull'assistenza giudiziaria in materia penale, fatto a Cochabamba il 15 aprile 1996, ciascuna delle Parti si impegna a prestare all'altra Parte, in conformità con le disposizioni del Trattato, la più ampia assistenza nello svolgimento di procedimenti giudiziari penali. Tale assistenza comprende in particolare:
- la notifica di citazioni e di altri atti giudiziari;
- l'acquisizione di testimonianze, compreso l'interrogatorio di testimoni o di persone sottoposte a procedimento penale;
- il trasferimento di persone detenute a fini probatori;
- la comunicazione di sentenze penali e di certificati del casellario giudiziale e di informazioni relative alle condanne;
- l'esecuzione di perizie, ispezioni, perquisiziorni, di sequestri probatori, preventivi e conservativi, di confische;
- l'identificazione e la individuazione degli strumenti della perpetrazione di un reato e dei prodotti derivati dal medesimo;
- l'esame di oggetti e di luoghi;
- la messa a disposizione di informazioni ed elementi probatori;
- la consegna di documenti e di fascicoli connessi al caso.

L'assistenza non comprende l'esecuzione di procedimenti restrittivi della libertà personale, nè l'esecuzione di pene o condanne.

L'assistenza è prestata anche se il fatto per il quale si procede nella Parte richiedente non è previsto come reato dalla legge della Parte richiesta. Per l'esecuzione di ispezioni personali, sequestri probatori, sequestri preventivi, sequestri conservativi e perquisizioni, e "secuestros", "requisas" e "allanamientos", l'assistenza è prestata solo se il fatto per il quale si procede nella Parte richiedente è previsto come reato anche dalla legge della Parte richiesta; ovvero se risulta che la persona nei confronti della quale si procede ha dichiarato liberamente il suo consenso per iscritto.

Quanto all'intercettazione di telecomuinicazioni, l'assistenza verrà prestata solo se in relazione al reato per il quale si sta procedendo, la stessa è consentita dall'ordinamento giuridico della Parte richiesta.

Per maggiori informazioni, contatta Avvocati Internazionali

Sull'argomento vedi anche:

Italiani arrestati all'estero

Cosa fare quando si è arrestati in un Paese straniero

Avvocati Penalisti Internazionali

Convenzione di Strasburgo sul trasferimento delle persone condannate

Arresto per cocaina in Perù

Pubblicato il 09 Febbraio 2016

Condividi