LegalSL.com

Aprire una societÓ in Turchia

Consulenza legale per le imprese italiane in Turchia

Aprire una societÓ in Turchia

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 1 Luglio 2012 è entrato in vigore il nuovo Codice Commerciale Turco, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Turchia il 14 febbraio 2011.

Con l'adozione del nuovo codice, l'ordinamento giuridico turco si propone di conseguire i seguenti obiettivi:

- sviluppare una cultura di impresa conforme agli standard internazionali

- incentivare la trasparenza nella gestione delle attività di impresa

- conformare il sistema giuridico-economico turco alla legislazione europea, in vista della futura adesione all'Unione Europea

Le principali novità introdotte dal nuovo Codice Commerciale Turco, riguardano:

- assetto azionario

Mentre il codice precedente consentiva la costituzione di società per azioni con almeno cinque azionisti e società a responsabilità limitata con almeno due soci, è ora possibile costituire società per azioni (A.Ş.) e società con responsabilità limitata (Ltd. Şti.) con un singolo azionista. Ciò vale anche per le società straniere.

- consiglio di amministrazione

 Il nuovo codice prevede la possibilità di effettuare le riunioni del cda anche a distanza, mediante l'utilizzo di videoconferenze. Ciò permetterà alle società straniere di risparmiare i costi legati ai viaggi in Turchia.
Inoltre, l'obbligo secondo il quale, i membri del cda dovevano essere azionisti, è stato abolito. Ora, qualsiasi persona può essere membro del consiglio di amministrazione, purchè almeno un quarto dei membri del consiglio sia in possesso di un titolo di laurea (ciò per consentire la partecipazione di professionisti).

- diritti di proprietà intellettuale

Anche i diritti di proprietà intellettuale possono essere corrisposti come capitale in natura, purchè siano trasferibili ed idonei ad una valutazione monetaria.

- ultra-vires

Il precedente codice del commercio stabiliva che se una società stipulava un contratto per attività eccedenti i poteri societari stabiliti, il contratto era illegale. Tale divieto è stato abolito dal nuovo codice, consentendo, pertanto, alle società di accedere a nuove areee di affari.

Avv. Luca Santaniello

Per sapere di più sulla Turchia, vedi anche:

Avvocati in Turchia

Gli investimenti diretti esteri in Turchia

Il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze italiane in Turchia

Accordo tra Italia e Turchia sulla promozione e la protezione reciproca degli investimenti

Per maggiori informazioni contattaci

Pubblicato il 04 Settembre 2012

Condividi