LegalSL.com

Il contratto di distribuzione in Turchia

La disciplina dei contratti di distribuzione nel diritto turco

Il contratto di distribuzione in Turchia

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Contratto di Distribuzione è considerato dall'ordinamento turco come un tipo contrattuale sui-generis, nonostante lo stesso diritto turco non dedichi a tale tipo di contratto una disciplina sistematica ed organica, a differenza, invece, di quanto avviene per il contratto di agenzia.

Tuttavia, si applicano al contratto di distribuzione i principi generali sui contratti, stabiliti dal Codice turco delle obbligazioni n. 6098 (TCC), nonchè quelli stabiliti dal nuovo Codice turco del commercio (TCC).

Pertanto, così come avviene per il contratto di agenzia, anche per il contratto di distribuzione non è richiesta una particolare forma, salvo quando questa non sia prescritta da una specifica legge. Un contratto di distribuzione, quindi, potrà essere concluso anche verbalmente (tenendo, però, presente, che ai sensi del diritto processuale civile turco, nelle dispute contrattuali con valore superiore alle 2500 Lire turche, un documento scritto è sempre richiesto per provare l'esistenza del contratto).

Un aspetto particolare, invece, assume la cessazione del rapporto nella distribuzione. La dottrina e la giurisprudenza turca classificano ben sei ipotesi di cessazione degli effetti del contratto di distribuzione tra il fornitore e il distributore. Così, il contratto di distribuzione può cessare per il comue accordo delle parti, per la scadenza del contratto stesso, per bancarotta, per morte oppure per la perdita dei diritti civili di una delle parti, per la volontà di una sola delle parti (la quale deve dare preavviso all'altra parte almeno tre mesi prima) ed infine per giusta causa, quando cioè una della due parti imputi all'altra, un comportamento non corrispondente alle disposizioni e ai doveri contrattuali (ad es. per mancato o ritardato pagamento delle commissioni, per concorrenza sleale, etc.).

Per sapere di più sui contratti e sul diritto turco, vedi anche:

Aprire una società in Turchia

Le società in Turchia: Anonim e Limited Sirket

Gli investimenti diretti esteri in Turchia

Il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze italiane in Turchia

Avvocati in Turchia: no alla doppia imposizione delle imposte sul reddito

Per maggiori informazioni contatta Avvocati in Turchia

Pubblicato il 15 Aprile 2013

Condividi