LegalSL.com

Il Testamento in Uruguay

La disciplina del Testamento in Uruguay

Il Testamento in Uruguay

 

 

 

 

 

 

 

 

Il testamento in Uruguay trova la sua disciplina nel Código Civil agli articoli 776 e seguenti. Per l'ordinamento giuridico uruguaiano, il testamento è un atto essenzialmente personale, nel senso che non può essere compiuto da due o più persone, nè può essere delegata la determinazione del contenuto delle disposizioni testamentarie, all'arbitrio di un'altra persona. E' nulla, inoltre, per il diritto uruguiaiano, la disposizione "captatoria", vale a dire quella con la quale il testatore assegna parte dei suoi beni ad un'altra persona, a condizione che questa le assegni a sua volta, mediante testamento, parte dei suoi beni.

Non possono disporre per testamento, i minori di anni 14, se sono maschi, di anni 12, invece, se sono donne.
Inoltre, sono incapaci di testare, gli interdetti per infermità di mente, e tutti coloro i quali, anche non giudizialmente interdetti, si trovino in uno stato di capacità mentale che non permette il libero uso della ragione.

Sono, invece, incapaci di ricevere per testamento, coloro i quali non siano stati concepiti al momento dell'apertura della successione, oppure, anche se concepiti, siano nati morti; le associazioni e le corporazioni vietate dalla legge; gli indegni, vale a dire coloro i quali siano stati condannati per l'omicidio o il tentato omicidio del de cuius, del suo coniuge o dei discendenti, oppure abbiano costretto, con violenza o inganno, il testatore a disporre a loro favore.

A differenza di ciò che accade negli altri Paesi sudamericani, in Uruguay il Código Civil distingue tra testamento solenne e testamento meno solenne o speciale. Per testamento solenne si intende quello in cui siano state osservate tutte le disposizioni previste dalla legge, mentre per quello meno solenne o speciale, si intende il testamento per il quale, in presenza di circostanze particolari tassativamente espresse dal codice civile, è possibile omettere alcuni dei requisiti richiesti dalla legge.

Il testamento solenne può essere aperto o chiuso, a seconda che sia data lettura del suo contenuto, da parte del testatore al notaio, in presenza di tre testimoni, oppure il testatore si limiti a consegnare, in busta chiusa e sigillata, in presenza di cinque testimoni, il testamento al notaio, incaricandolo di aprirlo solo al momento della sua morte.

Per quanto riguarda invece il testamento meno solenne o speciale, gli articoli 811 e seguenti, stabiliscono le diverse ipotesi in cui è possibile omettere alcuni dei requisiti previsti dalla legge per la validità del testamento.
Così, ad esempio, quando si è in pericolo di morte imminente, è possibile testare anche senza la presenza di un notaio, oppure, per i militari, in tempo di guerra, è possibile consegnare il proprio testamento ad un alto ufficiale dell'esercito.

Infine, il cittadino uruguaiano che si trovi in un Paese straniero, può rilasciare il suo testamento all'agente diplomatico o consolare della Repubblica di Uruguay, in servizio nello Stato estero in cui il testatore si trova, che svolgerà, appunto, le funzioni di notaio.

Avv. Luca Santaniello

Pubblicato il 16 Agosto 2012

Condividi