LegalSL.com

Collaborazione in materia penale tra Messico e Italia

Entra in vigore il Trattato in materia di assistenza giudiziaria penale tra Italia e Messico.

Collaborazione in materia penale tra Messico e Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Trattato in materia di assistenza giudiziaria penale tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti Messicani, fatto a Roma il 28 luglio 2011, è entrato in vigore con Legge 15 giugno 2015, n. 90.

Ai sensi di tale trattato, i due Paesi intendono migliorare e rafforzare la cooperazione nel campo dell'assistenza giudiziaria in materia penale, pertanto si impegnano a prestarsi reciprocamente la più ampia assistenza giudiziaria in materia penale per l'accertamento ed il perseguimento dei reati.

Tale assistenza comprende, in particolare:

a) la notifica di citazioni o di altri atti giudiziari;
b) l'acquisizione di atti e documenti o, se così richiesto, l'informazione sul loro contenuto;
c) l'assunzione di testimonianze e di interrogatori;
d) l'effettuazione di perizie;
e) le altre attività di assunzione di prove, compresa l'esecuzione di ispezioni, di esami di luoghi e persone, di perquisizioni e di accertamenti documentali;
f) il sequestro e la confisca di proventi, prodotti e cose pertinenti al reato;
g) la trasmissione di sentenze penali, di certificati penali e di informazioni estratte dagli archivi giudiziari;
h) la citazione di testimoni, parti offese, persone sottoposte a procedimento penale, periti affinché compaiano volontariamente dinanzi all'Autorità competente dello Stato Richiedente;
i) qualsiasi altra forma di assistenza, in conformità con le finalità del Trattato, sempre che non contrasti con la legislazione nazionale dello Stato Richiesto.

L'assistenza non comprende l'esecuzione di ordini restrittivi della libertà personale, né l'esecuzione di pene o misure coercitive.

Al compimento degli atti richiesti possono essere presenti rappresentanti dell'Autorità competente dello Stato Richiedente, che comunicherà i nomi e le cariche dei suoi rappresentanti con ragionevole anticipo rispetto alla data dell'esecuzione della richiesta di assistenza giuridica al fine di consentire la predisposizione di tutti gli atti necessari al riguardo.

L'assistenza giudiziaria può essere rifiutata nei seguenti casi:

a) quando l'esecuzione della domanda sia contraria alla legislazione nazionale dello Stato Richiesto o non sia conforme alle disposizioni del presente Trattato o sia contraria agli obblighi internazionali dello Stato Richiesto;
b) quando il reato per cui si procede è punito dallo Stato Richiedente con un tipo di pena proibito dalla legge dello Stato Richiesto;
c) quando il reato per il quale si procede è considerato dalla legislazione dello Stato Richiesto come reato esclusivamente militare o come reato politico o come reato connesso a un reato politico;
d) se lo Stato Richiesto ha fondate ragioni per ritenere che considerazioni relative alla razza, religione, sesso, nazionalità, lingua, opinioni politiche o condizioni personali o sociali costituiscano il fondamento della domanda di assistenza o che la situazione della persona nei cui confronti si procede possa risultare pregiudicata da una qualsiasi di tali considerazioni;
e) se nei confronti della persona contro cui si procede è già stata emessa una sentenza definitiva per lo stesso fatto dallo Stato Richiesto, sempre che la persona non si sia sottratta, se condannata, all'esecuzione della pena;
f) se lo Stato Richiesto ritiene che l'esecuzione della domanda di assistenza possa arrecare pregiudizio alla propria sovranità, alla propria sicurezza, all'ordine pubblico o ad altri interessi nazionali essenziali;
g) se la domanda di assistenza non rispetta i requisiti del Trattato.

L'assistenza può essere rifiutata se l'esecuzione degli atti richiesti interferisce con un'indagine o un giudizio penale in corso nello Stato Richiesto. Questo Stato, comunque, può proporre che l'esecuzione degli atti richiesti sia differita o sottoposta a determinate condizioni.

Per maggiori informazioni, contatta Avvocati Internazionali

Sull'argomento vedi anche:

Estradizione tra Italia e Messico

Accordo tra Italia e Australia in materia penale

I Paesi membri della Convenzione di Parigi sull'estradizione

L'estradizione dall'Italia per l'estero

Italiani arrestati all'estero

Cosa fare quando si è arrestati in un Paese straniero

Avvocati Penalisti Internazionali

Convenzione di Strasburgo sul trasferimento delle persone condannate

Arresto per cocaina in Perù

Trattato di estradizione tra Italia e Stati Uniti d'America

Pubblicato il 04 Luglio 2015

Condividi