LegalSL.com

Cos' il Titolo Esecutivo Europeo?

Il TEE rappresenta uno strumento economico ed efficace per l'esecuzione delle decisioni giudiziarie aventi ad oggetto crediti non contestati, nell'ambito dell'Unione Europea.

Cos' il Titolo Esecutivo Europeo?

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Titolo Esecutivo Europeo (TEE), introdotto con Regolamento CE 805/2004, è un certificato che accompagna in uno Stato membro dell'Unione Europea, chiedendone l'esecuzione, le decisioni giudiziarie pronunciate in un altro Stato membro ed aventi ad oggetto crediti non contestati. Con il Titolo Esecutivo Europeo, quindi, non è più necessaria la dichiarazione di esecutività nello Stato membro in cui si chiede l’esecuzione della decisione giudiziaria. Tale procedura consente un'esecuzione veloce, efficiente e soprattutto più economica, in quanto evita l'exequatur, vale a dire la procedura secondo la quale sono i giudici dello Stato membro in cui si chiede l'esecuzione a provvedere alla dichiarazione di esecutività.

Esistono ovviamente delle condizioni e dei requisiti, sia formali che sostanziali, per poter accedere alla procedura del Titolo Esecutivo Europeo, la quale è applicabile in tutti gli Stati membri ad eccezione della Danimarca.

- In primo luogo, il Regolamento si applica in materia civile e commerciale e non concerne la materia fiscale, doganale o amministrativa. Inoltre, sono escluse le questioni relative allo stato e alla capacità delle persone fisiche, i testamenti, le successioni, i fallimenti, i concordati e l'arbitrato.

- Il credito oggetto della controversia, oltre a dover riguardare il pagamento di uno specifico importo di denaro esigibile, deve essere non contestato. Si considera non contestato quando il debitore lo abbia espressamente riconosciuto mediante una dichiarazione, oppure non lo abbia mai contestato nel corso di un procedimento giudiziario.

- Infine, la decisione giudiziaria relativa ad un credito non contestato può essere certificata quale Titolo Esecutivo Europeo, solo nel caso in cui il procedimento giudiziario nello Stato membro in cui si chiede il titolo, abbia rispettato determinati requisiti. Il Regolamento, infatti, stabilisce requisiti minimi riguardo le forme di notificazione dei documenti, intese a garantire il rispetto dei diritti della difesa e, affinché una decisione giudiziaria possa essere certificata come Titolo Esecutivo Europeo, sono ammessi soltanto i metodi di notificazione previsti dal Regolamento.

Avv. Luca Santaniello

Sull'argomento vedi anche:

Il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze civili straniere in Italia

La notifica all'estero degli atti giudiziari ed extragiudiziari

Assunzione all'estero delle prove in materia civile e commerciale

La procedura europea di ingiunzione di pagamento

La giurisdizione internazionale del giudice italiano

Per maggiori informazioni, contatta Avvocati Internazionali

Pubblicato il 08 Febbraio 2012

Condividi