LegalSL.com

Il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze italiane in Brasile

Accordo bilaterale tra Italia e Brasile sull'assistenza giudiziaria, il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze in materia civile

Il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze italiane in Brasile

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Trattato tra Italia e Brasile, relativo all'assistenza giudiziaria e al riconoscimento ed esecuzione delle sentenze in materia civile, è stato firmato a Roma il 17 ottobre 1989.

Ai sensi di tale accordo, che si applica a tutte le materie di diritto civile, ivi comprese quelle oggetto di diritto commerciale, del diritto di famiglia e del diritto del lavoro, ciascuna Parte presta all'altra, su richiesta, assistenza per l'esecuzione degli atti e delle procedure giudiziarie, in particolare provvedendo alla notificazione degli atti, all'assunzione delle prove, alle perizie, alle audizioni delle parti processuali e dei testimoni, nonchè alla trasmissione dei relativi atti.

Ciascuna parte riconosce e dichiara esecutive le sentenze emesse in materia civile dalle autorità giudiziarie dell'altra Parte, nonchè le disposizioni concernenti il risarcimento dei danni e la restituzione dei beni contenute in sentenze penali, a condizione che:

- la sentenza riguardi materia che non rientra nella competenza giurisdizionale esclusiva della Parte richiesta, ovvero di uno Stato terzo;

- la parte processuale sia stata regolarmente citata secondo la legge della Parte ove è stata emessa la sentenza o sia comparsa in giudizio e sia stata regolarmente rappresentata;

- la sentenza abbia acquistato efficacia di cosa giudicata secondo la legge della Parte ove è stata emessa;

- non sia stata pronunciata sentenza dalle autorità giudiziarie della Parte richiesta, fra le stesse parti e sul medesimo oggetto;

- non sia pendente dinanzi all'autorità giudiziaria della Parte richiesta, un giudizio per il medesimo oggetto e tra le stesse parti, instaurato anteriormente all'introduzione della domanda dinanzi all'autorità giudiziaria che ha pronunciato la decisione di cui si chiede il riconoscimento.

Sull'argomento vedi anche:

La sottrazione internazionale di minori in Brasile

Per maggiori informazioni, contattaci

Pubblicato il 19 Luglio 2013

Condividi